venerdì 17 ottobre 2014

Licenziamenti job act cosa cambia

Il Job Act prevede sostanzialmente un grande cambiamento per quanto riguarda i licenziamenti.
Si argomenta di questo da molto, per cui è palese giungere a questa conclusione: Renzi modifica la normativa sui contratti. Sotto il riflettore è l’articolo 18, vero e proprio baluardo della difesa del lavoratore contro le brusche e immotivate interruzioni di rapporti di lavoro a discrezione dell’imprenditore.
Il Job Act non esclude la possibilità di ricorrere al giudice nel caso di licenziamenti illegittimi, ma ora al posto del reintegro, lo Stato deve sobbarcarsi il sostegno del lavoratore per un determinato periodo limitato. Quanto dura? Dipende dalla storia contributiva del soggetto.
Si è parlato anche di un indennizzo e di un super indennizzo, da chiarire se dopo il processo giudiziario il licenziamento risulta effettivamente illegittimo. In questo caso, si sta pensando a un vero e proprio capitale da destinare al lavoratore ingiustamente lasciato senza lavoro dopo gli accertamenti peculiari del caso.