giovedì 2 aprile 2015

FRANCO GABRIELLI è IL NUOVO PREFETTO DI ROMA

E' ufficiale, Franco Gabrielli è il nuovo Prefetto di Roma: già direttore del Sisde e dell'Aisi, prefetto de L'Aquila e, dal novembre 2010, Capo Dipartimento della Protezione civile, Gabrielli subentra a Giuseppe Pecoraro che ha appena lasciato il suo incarico di prefetto della Capitale.
La proposta di nomina di Gabrielli è stata trasmessa ieri, giovedì 2 aprile,  dal ministro dell'Interno, Angelino Alfano, al presidente del Consiglio Matteo Renzi.
La notizia di Gabrielli Prefetto di Roma è stata accolta con soddisfazione  dal sindaco di Roma Ignazio Marino che, intervenendo ad una trasmissione radiofonica, ha commentato: "E' una figura di straordinaria preparazione. Ne sono felice e gli faccio i miei migliori auguri di buon lavoro".
La sua prima grande sfida come prefetto della Capitale sarà l'organizzazione in pochi mesi dell'accoglienza a Roma dei pellegrini che arriveranno in occasione dell'Anno Santo straordinario indetto da Papa Francesco, oltre agli atti del caso di Mafia Capitale, che potrebbe portare allo scioglimento del Comune di Roma.
Per quanto riguarda l'incarico di Capo dipartimento della Protezione civile nazionale che rimarrà vacante al momento delle dimissioni ufficiali di Gabrielli, fra i nomi più quotati quello di Erasmo D'Angelis, coordinatore di #Italiasicura, la struttura di missione del Governo contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche.
Franco Gabrielli, nato a Viareggio nel 1960, laureato a Pisa in giurisprudenza, ha lavorato dal 1985 come funzionario di polizia, prima a Genova, poi come dirigente DIGOS, dapprima a Imperia poi a Firenze fino al 1996.Nel 2001 è diventato capo della Digos per la Questura di Roma, dove lavorava dal 2000. Tra le indagini, quelle sulla mafia a Palermo la criminalità politica, le stragi di via dei Georgofili a Firenze e di via Palestro a Milano, le nuove Brigate rosse, gli omicidi D'Antona e Biagi. Nel 2006, viene nominato Prefetto, nonché Direttore del SISDE, e successivamente, direttore dell'AISI, incarico che ricoprirà fino al 15 giugno 2008. Nel 2009 il Consiglio dei ministri lo ha nominato prefetto dell'Aquila e poi vice commissario vicario dell'emergenza Abruzzo, al fianco del Commissario Guido Bertolaso, che gli ha lasciato il posto a capo del Dipartimento della Protezione civile nazionale a novembre del 2010. Tra le emergenze che ha gestito da commissario quella dell'immigrazione dal Nord Africa e quella del naufragio della Costa Concordia. L'ultima conferma dell'incarico nella Protezione civile è arrivata il 9 aprile scorso da parte del premier Renzi.