lunedì 18 maggio 2015

Semplificazione del settore agricolo, ok del Senato

141 favorevoli, 71 contrari e 19 astenuti. Con i soli No di Gal, Forza Italia e Movimento 5 Stelle la delega al Governo per la semplificazione del settore agricolo ottiene il via libera di Palazzo Madama. Palla ora a Montecitorio.
Presentato a febbraio 2014 dall’ormai ex Premier Enrico Letta, il disegno di legge in materia di semplificazione, razionalizzazione e competitività del settore agricolo ottiene l’ok del Senato.
un altro passo in avanti nel percorso di semplificazione, tutela del reddito delle imprese e competitività per il settore agricolo e della pesca
Queste le parola del Ministro Martina a margine dell’approvazione. 61% di voti favorevoli, 30,7% di contrari e 8,2% di astenuti. Le opposizioni come ormai da prassi hanno portato avanti scelte diverse . La Lega Nord ha deciso di non partecipare alla votazione e il Gruppo Misto, composto principalmente da membri di Sel e fuoriusciti 5stelle, si è diviso fra astensioni e voti favorevoli. Tutto questo ha lasciato solamente Gal, Forza Italia e Movimento 5 Stelle ad opporsi alla proposta di legge.
Due i voti ribelli, entrambi in Gal. Michelino Davico e Paolo Naccarato infatti, non seguendo la linea del gruppo, hanno deciso di dare sostegno alla proposta del Governo. Il disegno di legge ora continuerà il suo iter parlamentare con il passaggio alla Camera per la discussione e l’approvazione in via definitiva.