lunedì 19 ottobre 2015

Al via campagna di vaccinazione contro l'influenza

Al via anche quest’anno la campagna di vaccinazione contro l’influenza della Regione. L’anno scorso, nella stagione influenzale 2014-2015, si sono registrati nel Lazio 769mila casi con 32 casi gravi e 3 decessi. Nella stagione passata ha effettuato il vaccino il 50,2% della popolazione anziana, per quest’anno l’obiettivo che si propone la Regione è raggiungere il 75%.
La vaccinazione è partita il 15 ottobre e continuerà fino al 31 dicembre. L’obiettivo è raggiungere il 75% di copertura vaccinale della popolazione anziana dai 65 anni in su che nel Lazio rappresenta circa il 21% della popolazione.

Il vaccino è offerto gratuitamente a:
  • tutte le persone di età compresa tra i 6 mesi a 65 anni;
  • a chi è affetto da specifiche patologie croniche;
  • bambini e adolescenti a rischio di sindrome di Reye;
  • donne che si trovano al secondo e terzo trimestre di gravidanza;
  • familiari e persone che si trovano in contatto con soggetti ad alto rischio;
  • medici e personale sanitario;
  • personale che lavora a contatto con animali, forze dell’ordine, VVFF e Protezione Civile.
L’influenza non è una patologia banale da sottovalutare, si tratta anzi di un rilevante problema di sanità pubblica perché colpisce molte persone ogni anno mettendo a rischio la salute di soggetti deboli. Quest’anno poi c’è una novità: oltre al vaccino contro l’influenza la Regione ha investito altri 6 milioni di euro per il vaccino anti-pneumococcico che protegge dalle infezioni respiratorie.
L’obiettivo della campagna è proprio quello di sensibilizzare i cittadini e garantire la diffusione omogenea dell’informazione su tutto il territorio. Un modo per evidenziare ulteriormente che la scelta di non vaccinarsi, per alcune categorie, può rappresentare un serissimo rischio non solo per la salute individuale ma anche per la sanità pubblica.