martedì 24 novembre 2015

Il Papa in Africa, la mia intervista a Padre John (Kenya): "Vogliamo dare il benvenuto al Papa nella felicità e nella pace".

Dal 25 al 30 novembre, Papa Francesco si recherà in viaggio apostolico in Africa e visiterà Kenya, Uganda e Rep. Centrafricana. Ho subito contattato Padre John della parrocchia di Msabaha per fargli qualche domanda su come la sua comunità sta vivendo in attesa dell'arrivo del Santo Padre. 

Padre John durante una celebrazione

Caro Padre John,
quando hai saputo che il Papa verrà in visita in Africa? I tuoi bambini hanno saputo la notizia? Sono felici?
Prima di tutto voglio dirvi che io vengo dalla congregazione francescana (ofm cap). Sto lavorando nella zona costiera del Kenya, che fa parte della diocesi di Malindi. Quando ho sentito che il Papa visiterà il Kenya, mmmmmmm ero felice e stavo guardando le notizie sul televisore. Ho informato tutti coloro che ho incontrato quel giorno e le persone erano come ...... Waoh Waoh Waoh! Che bello!!!! L'ho detto anche ai nostri bambini che hanno chiesto se il Papa verrà nella nostra parrocchia. Hahahaha! Erano felicissimi della notizia. 
Parlaci un po' della tua parrocchia. Come aspetterete la visita del Papa? 
Abbiamo ricevuto ufficialmente una lettera dall'Ordinario del luogo che ci ha comunicato che il Papa visiterà l'Africa, sia il Kenya che l'Uganda. Abbiamo iniziato la preparazione, canzoni, poesie, danze tradizionali, ecc. A Nairobi la capitale del Kenya, sono state fatte le strade, i semafori, la sicurezza è ok. E oltre alle strade, le persone stanno piantando erba verde per abbellire la città.

Andrai all'incontro con il Papa? Raccontaci quanto è distante Nairobi e le difficoltà che avete per raggiungere la capitale.
 
Sì, andrò a incontrare il Papa e sarà la prima volta che lo vedo dal vivo. L'ho visto solo in TV. Stiamo andando con 3 grandi autobus dalla mia parrocchia. Da Msabaha a Nairobi sono circa 650 km. Quindi andremo durante la notte per arrivare in tempo la mattina dopo. Ci vorranno dalle 13 alle 14 ore per arrivare, perché le strade, come sai, non sono buone. 

Com'è la situazione in Kenya riguardo il terrorismo islamico? Ci sono pericoli? Come vivi questa situazione? 
Non ci sono grossi problemi al riguardo, attualmente c'è pace in Kenya. Qui il Papa è amato da tutte le fedi e da tutte le persone. Così tutto sarà ok. Quando si sente parlare dei problemi islamici, non credo che tutti i musulmani siano persone cattive. No no no. Alcuni di loro sono molto buoni, solo pochi fanno cose cattive.
Come si vive ...... la situazione è ok e noi preghiamo Dio di proteggere il suo popolo. Nessun pericolo. Vogliamo dare il benvenuto al Papa nella felicità e nella pace.

Un gruppo di bambini della parrocchia di Msabaha
Vuoi mandare un saluto agli amici italiani che ti leggeranno?
Voglio salutare gli amici italiani. Sono i benvenuti in Kenya. Hakuna Matata. P. John.

Da padre John ofm cappuccino (Kenya).

Ciao Mario
Saluto.


Per chi volesse aiutarmi a contribuire al sostegno dei bambini di Padre John, può contattarmi.