martedì 28 giugno 2016

5 teorie della #cospirazione rivelatesi poi vere!



In molti avrete letto su Internet che la NASA nasconda l’esistenza di una città su Marte. Non so come si possa immaginare una città su Marte, se neanche siamo stati sulla Luna.
Ma tutte le teorie della cospirazione si sono mai rivelate vere? Difficile a dirsi, poiché nel momento in cui una teoria diventa un fatto, la gente (il popolo bue) dimentica in fretta che la teoria precedente era ritenuta una follia. Alcuni anni fa parole come il TPPA e la NSA erano solo cospirazioni. Ecco alcune teorie della cospirazione che, dopo tutto, non erano così folli.


L'amianto è pericoloso
Gli “allarmisti” erano fermamente convinti che il governo stesse coprendo quanto fosse pericoloso l'amianto.

La CIA sta lavorando sul controllo della mente

Magari non lo stanno più facendo, ma il progetto MKULTRA era il nome del programma di controllo mentale speciale della CIA che è stato ufficialmente sancito nel 1950. Il progetto ha avuto un ampio campo di applicazione e migliaia di rami di ricerca, ma si è concentrato sulla "ricerca e sviluppo di prodotti chimici, biologici, radiologici e materiali da poter impiegare in operazioni clandestine per controllare il comportamento umano."
Ciò è stato portato all'attenzione del pubblico nel 1975 e nel 2001 ed i documenti superstiti del programma sono stati declassificati.

Falsa Testimonianza sulla Guerra del Golfo

Nel 1990 una ragazza di 15 anni ha reso una testimonianza in cui sosteneva il maltrattamento di neonati iracheni da parte di soldati, un fatto che Amnesty International ha confutato. Questa testimonianza ha contribuito a raccogliere consensi per la prima Guerra del Golfo. Più tardi si è scoperto che la ragazza era la figlia di un ambasciatore del Kuwait e la testimonianza era stata creata ad arte da una società di pubbliche relazioni.


Bombe gay

Sembra veramente una teoria pazzoide, ma a quanto pare è vero.
Nel 1994 la US Air Force ha testato l’utilizzo dei feromoni come armi. La ricerca ha richiesto una sovvenzione di $ 7,5 milioni in sei anni. L’idea era di spruzzare i feromoni femminili sulle truppe nemiche, rendendo i nemici sessualmente “irresistibili” per i loro commilitoni.

Golfo del Tonchino

Il presidente Lyndon Johnson il 4 Agosto 1964 annunciò che il Vietnam del Nord aveva attaccato le navi degli Stati Uniti. A causa di ciò il Congresso approvò la Risoluzione del Golfo del Tonchino.
Nel 2005 la NSA ha pubblicato i documenti che dimostrano che l'intera schermaglia era in realtà un invenzione; non c'erano neppure le navi da guerra del Vietnam del Nord durante l'incidente del Golfo del Tonchino.