giovedì 25 agosto 2016

#gallicanonellazio - Un'Amatriciana per Amatrice


Chi di voi avesse intenzione di partecipare, può comunicarmelo anche via Whatsapp o Telegram indicando nome e cognome ed in quanti si intende partecipare.
GRAZIE
 



Clicca e scrivimi su Telegram

+393928895626

lunedì 22 agosto 2016

6 modi con cui l'autismo di mio figlio mi ha cambiata - la testimonianza di Tulika - parte II



Nella prima parte ho iniziato a parlarvi dell'esperienza di Tulika. Penso che sia importante conoscere esperienze di questo tipo per non abbattersi di fronte ad una diagnosi di autismo e perché no, a non averne paura. Di seguito potete leggere la seconda parte della testimonianza. 

venerdì 19 agosto 2016

#DCLeaks: George #Soros manipola le elezioni politiche ed europee

Ecco l'elenco completo delle ONG finanziate da George Soros per manipolare le elezioni in tutti gli Stati dell'UE. Lo speculatore e miliardario statunitense, che pochi giorni fa dispensava buoni consigli al premier Renzi su come vincere il referendum costituzionale, con le sue ONG esercita un potere immenso e i documeni diffusi da DCLeaks mostrano come Soros faccia cadere governi e istighi guerre civili, così da poter realizzare enormi profitti finanziari. 

6 modi con cui l'autismo di mio figlio mi ha cambiata - la testimonianza di Tulika - parte I



In questo post, Tulika Prasad, mamma di un bambino autistico di sette anni, Vedant, ci racconta come la sua vita sia cambiata. Tulika e suo marito descrivono Vedant come una corrente inesauribile di gioia che insegna loro nuove lezioni ad ogni passo nel loro lungo viaggio sul puzzle dell'autismo. 




#iovotoNo #referendumcostituzionale Se vince il SI, problemi per la sanità pubblica


giovedì 11 agosto 2016

#Gallicano nel Lazio: "Che fine hanno fatto i 30.000 euro incassati con le multe per la prostituzione?"

Dopo la notizia della rapina all'ufficio postale del "paese dell'amore", non è più rinviabile la questione videosorveglianza a Gallicano nel Lazio.
Vorremmo ascoltare più notizie belle che provengono da Gallicano, ma siamo ancora una volta a dover fare i conti con crimini, furti e rapine.
Ci sono circa 30.000 euro incassati con le multe per la prostituzione, che fine hanno fatto? Non possono essere investiti per rendere funzionante il sistema di videosorveglianza?
La mia totale solidarietà alle lavoratrici ed ai lavoratori delle Poste Italiane di Gallicano.

#startup: #Cartics, assistente di guida intelligente per risparmiare carburante e guidare in sicurezza

Cartics è un'applicazione che analizza una serie di metriche interne della vostra auto per fornire indicazioni sulla guida, sulla manutenzione e sulle abitudini di risparmio di carburante. Con un dispositivo OBD che si inserisce nella vostra auto, l'applicazione sarà in grado di sincronizzarsi senza soluzione di continuità e capire al meglio lo stato di salute della vostra automobile.

martedì 9 agosto 2016

#Pensione di vecchiaia con 5 anni di contributi, chi può andare?

Pensione di vecchiaia contributiva: requisiti di età e di contribuzione, calcolo del trattamento, computo nella Gestione Separata.
Ho versato poco più di 5 anni di contributi come dipendente sino al 1995 e ho 71 anni: posso andare in pensione con la vecchiaia contributiva?

La pensione di vecchiaia contributiva consente di ottenere il trattamento a 70 anni e 7 mesi di età, con 5 anni di contributi. Purtroppo, però, non tutti coloro che possiedono così pochi anni di versamenti possono pensionarsi, ma soltanto chi è soggetto al calcolo interamente contributivo della pensione.


#regionelazio #trasporti #disagi: pendolari infuriati per i nuovi orari

Segnalo questo articolo del Comitato Pendolari Ferrovia Roma Nord. Se anche voi che leggete siete pendolari, anche di altre linee, potete commentare e farci sapere la vostra. 

Le cose fatte con i piedi. #nuovoOrario #atac #regionelazio #disagi

Il Comitato non va in ferie e puntualmente relaziona su quello che sta accadendo sulla tratta urbana, ma soprattutto extraurbana.
E' notizia di qualche giorno fa che, sull'onda emotiva della tragedia di Puglia, ci dicono che siano iniziati i lavori in 11 cantieri per mettere in sicurezza alcuni passaggi a livello pericolosi nella tratta extraurbana, contestualmente ci dicono siano in atto i lavori per la messa in sicurezza del tratto del ponte del treja (sempre tratta extraurbana).

La posta in gioco nelle lotte economiche in medio-oriente

Se il rallentamento economico dell'Arabia Saudita dovesse peggiorare, ci potrebbero essere conseguenze disastrose per il Paese e l'intera regione.

Se a dirlo è un media americano, allora non mi fido. In medio oriente è in atto una guerra per il petrolio tra Iran (filo Sino-Russo) e Arabia Saudita (filo USA). Il futuro della geopolitica di gioca proprio qui. Gli interessi di USA, Cina, Russia, Europa e GB gravitano attorno alla questione mediorientale, al petrolio. Da sempre.

Trans Pacific on Life Support

Nato da un'idea di alcuni funzionari che hanno voluto cementare l'influenza degli Stati Uniti in Asia, il trattato Trans-Pacific Partnership (TPP ) è ora condannato dal Paese stesso che l'ha partorito.

E da noi avrebbero voluto imporre il TTIP? Bene abbiamo fatto a contrastare questo tipo di trattato, ma dobbiamo continuare a vigilare.

#Cina, ad Hong Kong si combatte per la libertà di espressione, da noi si inseguono i #Pokemon

Dopo il recente rapimento di cinque editori di Hong Kong, che si presume siano collegati ad alcuni libri che potrebbero rivelare delle "verità scomode" sul governo cinese, migliaia di persone sono scese per le strade di Hong Kong per protestare e lottare per il loro diritto alla libertà di espressione. Un diritto che era già stato sancito dalla legge fondamentale di Hong Kong. La generazione post anni '80 vuole difendere le libertà civili ed è preoccupata che la presa cinese sui media possa essere il potenziale punto di partenza per la fine del principio "un paese, due sistemi " che fu la politica concordata tra la Cina e la Gran Bretagna prima del trasferimento di sovranità. 

A mio modesto avviso la generazione degli anni '80, in gran parte dei Paesi industrializzati, può essere l'ultima àncora di salvezza contro sistemi di potere oppressivi, subdoli e mercificati dalla cinica globalizzazione. 
 

domenica 7 agosto 2016

Da Pokémon Go un aiuto per i bimbi autistici?

Il gioco per mobile della Nintendo sembra avere effetti positivi su bimbi con disturbi del neurosviluppo. "Sono spinti a uscire di casa e a interagire", commentano alcuni esperti americani

Non solo disastri, incidenti, stranezze e multe. Pokémon Go potrebbe avere effetti positivi sui bambini affetti da autismo e da sindrome di Asperger, piccoli che per i loro disturbi sono portati all'isolamento. La caccia a Pikachu & Co., invece, li spinge a uscire di casa, a recarsi nei Pokestop per le Pokeball e a interagire con gli altri. Le storie arrivano dagli Usa e sono state raccolte dalla Cnn, mentre Peter Faustino, psicologo scolastico di New York, commenta: "Il videogioco rappresenta un 'gancio sociale' che permette di condividere un'esperienza".
"La questione di Pokémon Go è che i ragazzi possono usarlo se interferisce nel conoscere il mondo", aggiunge Fred Volkmar della Child Study Center di Yale (Connecticut). "Diventa dannoso - sottolinea - se è l'unica cosa alla quale sono interessati. Se spinge il bambino a isolarsi di più non va bene". Le esperienze di Ian, 12 anni, e Ralphie, 6, raccontate dalle loro mamme, sono al momento diverse.
"Sta volentieri iniziando a uscire e andare nei Pokestop per ottenere Pokeballs e catturare i mostriciattoli; prima non aveva interesse a uscire", racconta Stephanie Barnhill, mamma del 12enne affetto da sindrome di Asperger. "Questo gioco - continua - gli permette di voler raggiungere le persone e intavolare conversazioni sulle creature catturate".
"Gli altri bambini vogliono giocare Pokémon Go e lo vuole anche lui: hanno così qualcosa in comune da fare. E gli altri ragazzi sono così concentrati sulla cattura di mostriciattoli che non prestano attenzione ai comportamenti di mio figlio Ralphie, come farebbero di solito", afferma Lenore Koppelman. "Il risultato? Ralphie è se stesso in mezzo a gruppi di bambini che non conosce nemmeno e partecipa ai loro inviti al gioco".
fonte:  http://www.tgcom24.mediaset.it

#Autismo: dal dolore di una famiglia l'idea di un centro di cura

La scoperta della malattia del proprio figlio – una complessa forma di autismo – il dolore e la frustrazione di non potergli garantire cure adeguate, la decisione di reagire. Nasce da questa vicenda familiare il progetto di due coniugi, Nicole Demerio e Gianni Ghilione, di creare un Centro di eccellenza per la cura di questi casi. Promotori dell’Associazione “Il Giardino di Filippo” e della Fondazione “Domus Angelorum, Nicole e Gianni raccontano la loro storia al microfono di Alessandro De Carolis:

Pubblica Amministrazione: stop al cartaceo dal 12 agosto

Il 12 agosto 2016 segna una data importante per gli enti pubblici e i Comuni della penisola, chiamati a produrre i documenti amministrativi esclusivamente in formato digitale, adeguando di conseguenza tutti i sistemi di gestione informatica.

Niente più cartaceo, quindi come previsto dalla normative prevista dal Dpcm datato 13 novembre 2014 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 8 del 12 gennaio 2015.

L'obiettivo primario è produrre un notevole taglio della spesa pubblica, ottenendo risparmi fino a 3,2 miliardi di euro (come stimato da ForumPA tenendo conto anche della fatturazione elettronica, del fascicolo sanitario elettronico e delle ricette mediche digitali).

Le PA sono quindi tenute ad abolire i registri cartacei introducendo sistemi digitali per produrre e conservare i documenti, classificandoli in modo univoco e corretto utilizzando criteri omogenei di classificazione e di archiviazione. Il tutto formando il personale in modo adeguato.

Per i cittadini e le imprese, inoltre, l'accesso ai fascicoli informatici è facilitato così come la comunicazione con i singoli enti.

Metro C: un progetto senza garbo che “consuma” via dei Fori imperiali

A Roma i lavori per la realizzazione della metro C stanno provocando disastri. Li hanno provocati. Essenze di ogni tipo tagliate per far posto ai cantieri. La sopravvivenza di tanti monumenti messa a repentaglio dagli sterri e dalle sollecitazioni causate dall’azione delle grandi macchine per lo scavo, in Piazzale Ipponio. Come tra via Sannio e Piazza San Giovanni, così come in Piazzale del Celio.

Aeroporto Fiumicino: un progetto alternativo è possibile preservando il territorio


Tecnicamente realizzabile per soddisfare gli obiettivi di incremento passeggeri e al tempo stesso preservare l’Agro e il litorale Romano. Il comitato FuoriPISTA, insieme ad esperti del settore, ha elaborato una proposta, alternativa a quella originaria, di potenziamento e maggior efficienza, descritta in una lettera inviata a Salviamo il Paesaggio

#Equitalia per farti pagare ti fa vergognare

Solleciti via pec ai professionisti per il pagamento delle cartelle di Equitalia: l’Agente della riscossione fa leva sulla psicologia per riscuotere.

Equitalia, una volta usate tutte le sue armi per recuperare le cartelle ormai prescritte, mette in campo la psicologia, facendo sentire il lavoratore che non ha pagato come una pecora nera tra i colleghi.
È quanto capitato a dei noti professionisti di Cagliari, che si son visti recapitare delle pec (email di posta elettronica certificata) dalla sede locale dell’Agente della riscossione contenenti dei solleciti di pagamento piuttosto singolari.
Ad esempio, per i contribuenti appartenenti all’ordine degli ingegneri, la comunicazione di Equitalia recita:

Gentile ingegnere Mario Rossi,
Le sollecitiamo il pagamento dell’importo di euro 2.000 che, da verifiche effettuate, ad oggi non ci risulta ancora pervenuto.
La maggior parte degli ingegneri ha già regolarizzato la propria posizione. Lei è nella ristretta minoranza che non ha ancora provveduto.

venerdì 5 agosto 2016

Italia senza barriere: tante iniziative per città più inclusive

SENZA BARRIERE – C’è aria di cambiamento in Italia. Sono sempre di più i comuni che, sensibili alle esigenze di tutti, promuovono iniziative orientate all’abbattimento delle barriere architettoniche e sociali. Tuttavia, la strada da percorrere per rendere le nostre città davvero accessibili è ancora lunga.
Vediamo alcuni esempi di località italiane virtuose.

giovedì 4 agosto 2016

#Referendum: la lettera del Ministro Martina a sostegno del Sì, ma #ioVotoNo!

Il Ministro Maurizio Martina ha scritto una lettera a sostegno del sì al referendum costituzionale. Come al solito la riporto e ne faccio un'analisi. Sono graditi commenti.

Rinnovare la democrazia e le sue istituzioni è un compito fondamentale di questo momento storico. Vale per l'Italia ma non solo: basta guardarsi attorno per capire che la crisi delle istituzioni di rappresentanza è globale e che il nostro continente è oggi una delle frontiere più esposte a queste pulsioni.
E' un fatto che la riforma costituzionale votata dal nostro parlamento, proposta ora al vaglio dei cittadini, è il tentativo più avanzato di autoriforma delle istituzioni promosso oggi in Europa. Costituisce di per se, anche per questo, un messaggio di riscatto e di cambiamento che va ben oltre i limiti e le difficoltà misurate nel nostro dibattito nazionale in questi due anni di lavoro intenso sui testi delle modifiche da apportare.

Ora è doveroso chiedere ai cittadini una mano per compiere l'ultimo passo.
Per fare in modo che la democrazia italiana questa volta cambi davvero e si aggiorni, per poter riaprire un rapporto nuovo, più forte, tra istituzioni e cittadini. Per avere istituzioni più sobrie e semplici, più veloci e più rappresentative a cominciare proprio dal Parlamento.
Le istituzioni, la democrazia, la rappresentanza, non sono termini astratti da sbandierare solo in campagna elettorale. Sono strutture composte da uomini e donne, cittadini, madri, padri, lavoratori e soprattutto tanti giovani, oggi purtroppo disoccupati. La classe politica italiana sa benissimo che c'è una crisi di rappresentanza, ma non perché sia in crisi il concetto in sé, ma perché è venuto meno il suo principio cardine: perché votare un partito o una persona che poi non tutelerà i miei interessi in Parlamento? Questo il ragionamento di fondo. Questa riforma costituzionale accentuerà questa crisi innanzitutto perché non è una riforma votata dal Parlamento, ma imposta da un Governo. Nessun riscatto, nessun cambiamento può avvenire se tale riscatto e tale cambiamento non sono "sociali", di tutti, che promamano dal popolo. Ed il Governo con questa riforma mette da parte ogni istanza sociale, ogni ascolto politico, per dare voce solo a chi impone che in Italia le riforme avvengano con maggiore velocità e senza intoppi. La democrazia non si aggiorna. Semmai può ammalarsi a causa di batteri presenti in essa e che non sarà l'immunità per i consiglieri regionali/senatori a combattere. Le istituzioni sono sobrie per definizione, sono gli uomini e la loro natura ad essere costantemente insoddisfatti.

#Startup: Boris Blazica ci spiega come è nata #Tomappo e come possiamo anche noi diventare #startupper

+Tomappo  è l'applicazione che aiuta i neofiti dell'orto - ma non solo! - a prendersi cura delle proprie piante in maniera facile, ottenendo le informazioni giuste, al momento giusto.
Potete prenderne visione sul funzionamento cliccando qui oppure scaricarla per versione Android e iOS.

Ho intervistato Boris Blazica, lo sviluppatore di questa app. Boris ha studiato all'università di Ljubljana, ci siamo sentiti attraverso Viber e mi ha raccontato la storia di questa applicazione e della sua attività, nata quasi per caso.

Invito a leggere l'intervista tutti coloro che si trovano senza un lavoro, ma ai quali piace "smanettare" con il cellulare e l'informatica. Ci sono ottimo spunti per iniziare a mettervi in proprio.

Nuova sanatoria Equitalia: come accedere

La sanatoria di Equitalia: riammissione al piano di rateazione con il Decreto legge “Enti Locali” anche per chi è decaduto in passato per non aver pagato cinque rate.

Dopo la definitiva approvazione, da parte delle due Camere, del nuovo decreto legge sulla sanatoria sulle rateazioni con Equitalia (cosiddetto “DL Enti Locali”), sono maggiori le chance per i contribuenti di ottenere una dilazione sul pagamento delle cartelle esattoriali. In buona sostanza la nuova misura consente, a chi in passato è decaduto dalla rateazione, di essere riammesso alla stessa senza dover prima pagare tutto l’arretrato scaduto (per come invece impone la normativa di recente introduzione). Ma procediamo con ordine.

mercoledì 3 agosto 2016

Cosa rischio se getto rifiuti dal finestrino?

Mozziconi di sigarette, fazzolettini usati, avanzi di cibo, cartacce, bottiglie e lattine: gettare rifiuti per strada e dal finestrino delle auto in corsa e un’abitudine deplorevole tutta italiana: oltre che pericoloso per la circolazione, può costare caro. Vediamo perché.

Gettare rifiuti dal finestrino: perché è pericoloso?

Gettare rifiuti dal finestrino mentre si è alla guida è un comportamento indecoroso: e non soltanto perché sinonimo di inciviltà e maleducazione ma anche e soprattutto in quanto potrebbe essere davvero molto pericoloso: eppure da recenti indagini effettuate Direct Line, la prima società al mondo per polizze assicurative online, è emerso che 1 Italiano su 3 non si fa scrupoli a gettare di tutto dalla propria auto in corsa, dai mozziconi di sigarette fino – addirittura – agli assorbenti e ai pannolini.

In particolare, i rifiuti “più gettonati” sono:
  • mozziconi di sigarette: sono loro la vera piaga delle nostre strade e campagne, in particolare nella bella stagione, proprio quando la siccità aumenta e il pericolo di incendi è più elevato. Gettare un mozzicone dal finestrino contribuisce ancor di più a tale situazione di pericolo, con ripercussioni gravi sull’ambiente e sulla sicurezza delle persone. Ma questo non è l’unico problema: assistere al lancio di un mozzicone potrebbe scatenare la distrazione dei guidatori che vi seguono, incrementando il rischio di incidenti, in particolar modo fra i motociclisti, sicuramente più esposti in tal senso;

  • fazzoletti usati. “Sono biodegradabili”: con questa scusa, ogni volta che ne buttiamo uno per strada, pensiamo di avere la coscienza pulita senza badare al fatto che non solo sporcano ma possono essere dannosi sia per i motociclisti, a rischio incidenti, sia – in estate – in quanto, con le alte temperature, facilmente infiammabili e, quindi, causa di incendi;

  • cartacce: è vero, sul parabrezza, a volte si trova di tutto, carte e cartacce, fogli di giornali, volantini pubblicitari. Il primo pensiero, alla loro vista, è ripulire la nostra auto e così, con un misto di fastidio e noncuranza, li buttiamo via, sperando che nessuno ci veda. Purtroppo questa pratica, oltre a sporcare le nostre strade, può diventare pericoloso per chi guida, sia una moto che un’auto. Un esempio? Provate ad immaginare cosa potrebbe succedere se mentre state guidando la vostra moto, un pezzo di carta finisse sulla visiera del casco!

  • Avanzi di cibo: a differenza di quanto si crede, una buccia di banana, un torsolo di mela o anche un pezzo di pizza lanciati dal finestrino potrebbero davvero essere molto pericolosi. Questo perché alcuni alimenti, che non immediatamente biodegradabili, possono in certe condizioni alterare la tenuta del manto stradale e rendere più difficoltose le frenate. E non è tutto: si può facilmente intuire che, alla vista di un ostacolo lungo il tragitto, la reazione immediata è quella di evitarlo, magari con una frenata brusca che potrebbe avere conseguenze spiacevoli;

  • bottiglie e lattine: è facilmente intuibile cosa potrebbe provocare una bottiglia o una lattina scagliata contro un’auto in corsa. Non ci riferiamo solo al rumore sulla carrozzeria, che potrebbe spaventare tanto quanto una bomba scoppiata nell’abitacolo. Si pensi a un motociclista colpito da uno di questi oggetti, che potrebbe farlo cadere, ferirlo e addirittura causare un incidente a catena estremamente serio. Una bottiglia che si infrange in mille pezzi sull’asfalto, inoltre, diventa pericolosa non solo per il veicolo, ma anche per chi transita sulla strada, automobilisti, motociclisti, ciclisti e, non ultimi, i pedoni.

Castronerie: #Referendum, il Comitato per il Sì scrive ai Sindaci. #ioVotoNo

Di seguito la lettera inviata dal Comitato per il Sì al Referendum ai sindaci per esortarli ad esporsi in prima persona formando comitati locali.

I Sindaci in prima linea per un’Italia più giusta e più semplice

martedì 2 agosto 2016

Smartphone: se pensate di stare al sicuro vi sbagliate di grosso!

Tutti sanno che il telefono può essere rintracciato solo attraverso il suo segnale 4G e tramite GPS.

Ma non è così!
 
WiFi e Bluetooth
I più esperti sanno che anche il WiFi ed il Bluetooth forniscono ulteriori possibilità per monitorare i telefoni; quello che molti non sanno è che è possibile utilizzare un malware per monitorare i telefoni che sono apparentemente spenti. 

Gabbia di Faraday
Tra coloro che sono a conoscenza di queste possibilità, è generalmente accettato che una gabbia di Faraday sia in grado di proteggere il telefono dall'essere rintracciato: praticamente spegnendo il GPS e attivando la "modalità aereo" dovrebbe produrre risultati simili - ma non sono sufficienti in realtà per evitare che il telefono sia rintracciato (anche se questo metodo evita il monitoraggio in tempo reale).
Ogni moderno smartphone è dotato di tre serie di sensori che non possono essere disattivati. 

Vi si può accedere senza che l'utente debba concedere l'accesso: magnetometri, accelerometri e giroscopi. Questi sensori possono essere utilizzati per monitorare il cellulare e dei tre, l'unico che può essere "bloccato" utilizzando una gabbia di Faraday è il magnetometro, ma è anche il meno utile per chi vuole monitorare il vostro cellulare. Il giroscopio e l'accelerometro sono più che sufficienti per seguire i movimenti di un cellulare che ha una fonte di alimentazione attiva, attraverso quella che viene chiamata navigazione inerziale o tracciamento inerziale.

Se pensavate di stare al sicuro con le rudimentali tecniche di salvaguardia della vostra privacy, da oggi sapete che non servono a nulla! Si accettano commenti!