martedì 9 agosto 2016

#Cina, ad Hong Kong si combatte per la libertà di espressione, da noi si inseguono i #Pokemon

Dopo il recente rapimento di cinque editori di Hong Kong, che si presume siano collegati ad alcuni libri che potrebbero rivelare delle "verità scomode" sul governo cinese, migliaia di persone sono scese per le strade di Hong Kong per protestare e lottare per il loro diritto alla libertà di espressione. Un diritto che era già stato sancito dalla legge fondamentale di Hong Kong. La generazione post anni '80 vuole difendere le libertà civili ed è preoccupata che la presa cinese sui media possa essere il potenziale punto di partenza per la fine del principio "un paese, due sistemi " che fu la politica concordata tra la Cina e la Gran Bretagna prima del trasferimento di sovranità. 

A mio modesto avviso la generazione degli anni '80, in gran parte dei Paesi industrializzati, può essere l'ultima àncora di salvezza contro sistemi di potere oppressivi, subdoli e mercificati dalla cinica globalizzazione.