venerdì 28 ottobre 2016

#referendumcostituzionale: come richiedere il voto a domicilio - #facsimile e #istruzioni

In Italia ci sono circa 4 milioni di cittadini non autosufficienti

Anche loro hanno diritto a votare.

Chi può fare richiesta?
Tra questi, molti sono in condizioni di dipendenza continuativa da apparecchiatura elettromedicale oppure affetti da gravissima infermità per i quali l'allontanamento dal proprio domicilio risulta impossibile anche con il sevizio di trasporto che i Comuni sono tenuti ad organizzare in occasione delle consultazioni elettorali e referendarie per facilitare a queste categorie il raggiungimento del seggio.

Come va fatta la richiesta?
La Legge n. 46 del 7/5/2009 prevede che gli interessati presentino la dichiarazione di voler esercitare il diritto di voto a domicilio, dal quarantesimo al ventesimo giorno prima delle consultazioni elettorali, al Sindaco del Comune in cui si è iscritti alle liste elettorali.

Quale documentazione presentare?
Quindi per votare a domicilio al referendum del 4 dicembre 2016, va presentata la seguente documentazione al comune nelle cui liste elettorali si è iscritti: 

2) specifico certificato medico rilasciato dall'ASL di competenza che attesti la sussistenza, in capo all'elettore, con l'esatta formulazione normativa, delle condizioni di infermità previste dalla legge.

Queste sono le disposizioni sul voto domiciliare e si applicano solo nel caso in cui il richiedente dimori
nell'ambito del territorio del Comune per cui è elettore.