martedì 4 marzo 2014

LEUCEMIE CAUSATE DAI TRALICCI DELL'ALTA TENSIONE. LA SOLUZIONE E' INTERRARE

di Gianni Lannes
http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/03/leucemie-causate-dai-tralicci-dellalta.html#comment-form
Da vent'anni è noto non solo a livello scientifico e agli addetti ai lavori che i campi elettromagnetici sprigionati dagli elettrodotti possono causare in particolare leucemie nei bambini. L'alta tensione minaccia le abitazioni, gli asili, le scuole, gli ospedali, le piazze e le vie cittadine.

Ancona è attualmente l'unica città italiana, capoluogo di regione, che già nella primavera del 2007 ha pronunciato un definitivo addio a queste pericolose infrastrutture, interrando ben 12 chilometri di tracciati sospesi per aria. Ancona, infatti, a tutti gli effetti è la prima città italiana dove l'alta tensione corre soltanto sottoterra. Questo è un bene per la salute e un beneficio per il paesaggio sovente deturpato.

Com'è andata? Nel 2002 grazie al pungolamento di alcune associazioni ecologiche locali, è stato firmato un protocollo d'intesa tra Comune ed Enel.

Che fare? Proporre il modello e l'esempio a tutta l'Italia per guadagnare in salute delle persone e bellezza dei territori. Anche perché le linee elettriche, ormai obsolete vanno ammodernate. Invece di costruire tralicci nuovi, si potrebbe interrare tutto. I chilometri della linea ad alta tensione appartenenti ad Enel sono 19.279 e 45.172 quelli ad alta e altissima tensione di Terna.