mercoledì 8 aprile 2015

Appalti pubblici, uno su tre è irregolare

Scoperti oltre 8mila evasori fiscali, sequestrati 4 miliardi alle mafie e denunciate 933 persone per irregolarità in appalti pubblici. Questi sono solo alcuni dei dati contenuti nel "Rapporto annuale 2014" della Guardia di Finanza, presentato oggi a Roma. In totale, i responsabili di reati fiscali sono 13.000.
Nel’ambito della normali attività di contrasto all'evasione e alle frodi fiscali, i militari hanno effettuato 18.124 indagini di polizia giudiziaria, eseguendo 22.083 verifiche e 54.280 controlli fiscali. I controlli strumentali su strada sono stati 525.928, con una percentuale di irregolarità del 32%. I reati tributari scoperti sono stati 17.802: i soggetti denunciati sono 13.062, dei quali 146 arrestati. Le Fiamme Gialle, nel 2014, hanno individuato anche 11.936 lavoratori “in nero” e 13.369 irregolari.
Importanti segnali vengono anche dalla lotta alla mafia: nel 2014, la Guardia di finanza ha sottratto alla criminalità organizzata beni per un valore complessivo di oltre 4 miliardi di euro.
Il 2014 è stato l’anno di numerosi scandali in appalti e commesse pubbliche, come il caso di “Mafia Capitale” che ha svelato i consolidati intrecci di malaffare tra il mondo delle cooperative sociali e gli ambienti politici del Campidoglio. Su scala nazionale, invece, le Fiamme Gialle hanno denunciato 933 persone, 44 delle quali arrestate, nell'ambito di inchieste in materia di irregolarità negli appalti pubblici. Gli interventi investigativi sono stati, complessivamente, 210, grazie ai quali è stato possibile scoprire che, per un valore complessivo di 4,6 miliardi di euro passati al vaglio, circa 1,8 miliardi sono stati "oggetto di assegnazione irregolare".
Per quanto riguarda, invece, danni erariali e frodi, questi hanno causato ben 4,1 miliardi di mancati introiti per lo Stato, di cui ben 2,67 miliardi sono "danni erariali" alla pubblica amministrazione. Le frodi per prestazioni sociali agevolate e ticket sanitari, invece, sono state pari a 6 milioni, quelle nella spesa sanitaria 141 milioni e quelle previdenziali 113 milioni.
Sono state rilevate anche cospicue frodi fiscali anche in materia di incentivi: 618 milioni di euro "nella richiesta di incentivi nazionali"; 666 milioni in quella per fondi europei. In questo ambito, le persone denunciate per reati contro la pubblica amministrazione sono state 3.745, di cui 229 arrestate. Per reati tributari, invece, sono stati quasi 8.000 gli evasori totali scoperti per un valori di 1,2 mld in beni sequestrati.
La GdF, inoltre, ha sequestrato 290 milioni di prodotti contraffatti o pericolosi, 1.400 tonnellate ed oltre 500 mila litri di generi agroalimentari. Nel 2014, le Fiamme Gialle impegnate in attività anticontrabbando hanno sequestrato 201.336 chili di sigarette, 755.784 merci e prodotti di vario tipo e 1.238 mezzi terrestri e navali. Sono state sequestrate anche 129 tonnellate di droga ed arrestati 389 trafficanti di esseri umani. Sul fronte della lotta alle frodi in materia di accise e di altre imposte indirette su produzione e consumi, sono stati effettuati 3.409 interventi e sequestrati 5.068.192 prodotti.
È possibile scaricare la versione completa del Rapporto all’indirizzo www.gdf.gov.it.